Think outside the box
055 013 4317
50121 Firenze FI

La grafica, un settore dalle origini molto antiche

La grafica, un settore dalle origini molto antiche

La Grafica, chi come quando e perchè

Il termine Graphic Design è stato creato da William Addison Dwiggins intorno il 1922. 

Quando parliamo di grafica, cosa si intende esattamente? “Il termine grafica indica genericamente il prodotto della progettazione orientata alla comunicazione visiva. La conoscenza delle strutture portanti e delle strutture modulari delle figure geometriche fondamentali rende possibile la ricerca di forme geometriche nuove ed un campo specifico in cui questo tipo di ricerca è utilizzato con grande vantaggio è proprio quello della grafica” (Wikipedia). 

Prima della seconda guerra mondiale i protagonisti del settore grafica venivano chiamati commercial artists

Il settore della grafica ha preso campo in modo più stabile nell’ultima parte del 1900, periodo in cui la nuove scoperte tecnologiche e informatiche hanno dato modo anche alle arti visive di svilupparsi. 

Come è nata la grafica e in che modo si è sviluppata nel corso degli anni?

Nel 19° secolo la tecnologia ha fatto passi da gigante e queste nuove invenzioni sono andate a condizionare in modo capillare anche il settore della stampa. Queste novità andarono a creare una serie di discipline tutte nuove che formarono un campo ancora sconosciuto al tempo, cioè la pubblicità

Vediamo insieme un po’ di date che hanno portato alla nascita di quel settore che oggi chiamiamo grafica: 

  • 1789 . Viene inventata la prima macchina in grado di produrre carta. Il macchinario nacque grazie a Nicolas Louis Robert, in Francia, per poi essere perfezionata nel 1803 da Bryan Donkin; 
  •  1810. Ideazione della rotativa in Inghilterra. Tale macchinario fu in grado di stampare circa 2400 copie di un giornale di 4 pagine in un’ora soltanto.
  • 1814. Konig inventa la macchina a stampa piano cilindrica, che va a sostituire del tutto il torchio di cui si erano serviti fino a quel momento per stampare. 
  • 1816. A questo punto si cominciano a studiare i caratteri in grado di produrre un l’illusione ottica speciale, cioè il 3D, e sempre in questo anno viene sviluppato il carattere Sans Serif. 
  • 1837. In questo anno, Godefroy Engelmann , brevetta un meccanismo dal nome cromolitografia cioè, “un’arte litografica per mezzo della quale si stampano i disegni a colori, imitando soprattutto i colori a tempera. Il termine deriva dal greco chroma (colore), lithos (pietra) e graphia (da graphein, disegnare). (Wikipedia). Questo procedimento diede avvio alla produzione dei primi manifesti pubblicitari.
  • 1886. Ottmar Mergenthaler realizza la linotype, cioè un macchinario capace di riprodurre un testo unilineare, e l’anno dopo Tolbert Lanston invece darà alla luca la monotype, un meccanismo per realizzare i caratteri singolarmente. 
  • 1907. Viene fondata l’associazione Deutscher Werkbund, da architetti, curatori, critici d’arte e di design. Questa fondazione aveva lo scopo principale di unire l’arte (in tutte le sue forme), al settore dell’industria e a quello dei mestieri, per andare a produrre opere, oltre che belle e armoniose, anche pratiche e ben strutturate. Questo portò alla nascita di una cosiddetta arte grafica che univa i canoni estetici a quelli tecnici. 
  • 1925. Intorno a questa data prese piede l’Art Decò, movimento che lasciò sicuramente un segno decisivo nel settore della grafica. Ma sicuramente dopo la Seconda Guerra Mondiale che, con il boom economico e l’atmosfera favorevole, la grafica fece un passo avanti eccezionale, e divenne disciplina principale per gli scopi pubblicitari
  • Fine novecento. Ecco che fa il suo ingresso una nuova tecnologia, il computer. Grazie a questo nuovo strumento la tipografia diventa tutta informatizzata. Così si passa da un sistema interamente manuale a una tecnica informatica e virtuale, che avviene tramite computer. Con un computer la grafica diventa molto più facile e soprattutto passa da un’arte per pochi ad un’arte molto più diffusa. 

Effettuare le operazioni di grafica servendosi dei computer cambiò totalmente la prospettiva di questa arte visiva, Soprattutto dal punto di vista degli strumenti utilizzati e delle operazioni sempre meno realizzate manualmente. 

Con la nascita dei computer Apple Macintosh, e quindi l’avvento dei micro computer intorno al 1984, ecco che la grafica e la sua attuazione cambia di nuovo aspetto. Infatti i software della Mac, fin dalle prima applicazioni risulteranno più funzionali per i lavori di grafica e di progettisti. 

Bisogna però ammettere che tutti questi progressi in campo grafico non sono avvenuti solamente grazie ai passi avanti fatti dalla tecnologia, infatti sarebbe sbagliato pensare che le nuove tecniche siano nate puramente da strumenti diversi. Non a caso molte idee, e progetti erano già stati pensati e progettati su carta prima di essere sviluppati sotto forma virtuale. 

Leave A Comment

La grafica, un settore dalle origini molto antiche

At vero eos et accusamus et iusto odio digni goikussimos ducimus qui to bonfo blanditiis praese. Ntium voluum deleniti atque.

Melbourne, Australia
(Sat - Thursday)
(10am - 05 pm)